Pan Kids: inaugura il nuovo spazio dei bambini di Napoli

Pan_Kids_Napoli
Nasce a Napoli Pan Kids. Il Palazzo delle Arti (PAN) della città si apre ai  bambini, alle famiglie e agli insegnanti con un progetto culturale di attività e laboratori stabili curato da venti associazioni del territorio e promosso dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Abbiamo incontrato il Prof. Giuseppe Ferraro di “Filosofia fuori le mura” e referente della rete di associazioni coinvolte nella programmazione della attività per farci raccontare cosa bolle in pentola.

Prof. Ferraro anche a Napoli finalmente inaugura un luogo della città aperto ai bambini, possiamo dire che finalmente si comincia a ri-concepire la città come luogo del gioco?

Sì, possiamo dire che si ricomincia dalle “creature”. Nella nostra lingua si dice così dei bambini, le “creature”. Dentro questa parola c’è tutto quello che crediamo, ci sono le credenze di quello che verrà, c’è anche la nostra “credenza” che una volta indicava il mobile dove si conservavano le cose per il futuro e per chi veniva come ospite, atteso e inaspettato. Cominciamo allora dalla “creaturalità”, con la “creatività”. Il gioco in fondo è questo, indica il congiungere in movimento le cose, stabilire giunture e giochi, fare legami.  

È questo: fare della Città una Scuola. È una mia “fissazione” da anni. Fare della Città una Scuola dei Legami.

L’idea è di arrivare a un Collegio delle Associazioni Educative di Napoli (CAEN) che convochi tutte le imprese sociali che operano sul territorio.

A proposito di gruppo, da chi è composta la rete di associazioni che promuovono le attività? Laboratori formativi e ludici per bambini e adolescenti, che tipo di offerta creativa verrà proposta? Con quale cadenza?

A sostenere il progetto PAN KIDS sono più di venti Associazioni che operano a Napoli (trovate l’elenco delle associazioni nella locandina del progetto in fondo alla pagina). Dal 21 al 23 giugno, si terrà la presentazione nella forma di una “demo” dell’offerta formativa. Per settembre il Progetto partirà con una programmazione didattica definita, perché il PAN possa diventare

l’istituto dell’arte all’opera come Scuola della Città dei Sentimenti.

Lo spazio prevede anche il coinvolgimento di genitori ed adulti? 

I laboratori sono aperti ad ogni età, perché l’infanzia non è un’età ma una dimensione d’esistenza per la quale bisogna avere cura, non perderla mai. Gli spazi sono perciò dedicati ai bambini e agli adolescenti, ma aperti anche agli adulti, genitori e a chiunque voglia fare un percorso di formazione all’infanzia come dimensione d’esistenza.

Come ha accennato, da mercoledì 21 giugno al 23 giugno, potremmo avere un assaggio di quello che succederà in maniera continuativa quest’inverno. Cosa avete programmato per questa tre giorni?

Il calendario dal 21 al 23 giugno prevede attività laboratoriali in forma sintetica, in funzione di una presentazione dell’offerta formativa. Questa ‘demo’ l’abbiamo chiamata “PANdemonio creativo. Assaggi di PAN…kids”, l’appuntamento è  dalle 16:00 alle 19:00 con tutte le associazioni coinvolte e diversi percorsi tematici: “Dentro e fuori il mondo intorno a noi”, “Dare senso ai sensi” e “Raccontare, fare e disfare”.

Allora cosa aspettiamo? Ci vediamo tutti al Pan in Via dei Mille a Napoli il 21 giugno per festeggiare questo spazio restituito alla città nel giorno del solstizio d’estate!

Pan_kids_pandemonio

Se ti è piaciuto questo post, condividilo e segui #azonzoconbimba anche su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/azonzoconbimba/

Lascia un commento